7 marzo 2016

Il Tortano


Se Maria chiama per il Tortano che fai... non rispondi??? Ed eccomi, oggi, con una ricetta della tradizione napoletana.

Oggi per il Calendario del cibo Italiano di AIFB si festeggia il Tortano, di cui Maria Di Palma è ambasciatrice, qui il suo post.

Il Tortano è una tipica torta rustica, ricca di sugna (strutto), ciccioli, salame, formaggi, uova e pepe.
E' una preparazione molto saporita e preparata in occasione della Pasqua di cui ne conserva i simboli, ideale per le gite fuori porta, come per il lunedì di Pasquetta.

Io l'ho preparata con Elena, mia figlia. Era da molto tempo che non passavamo del tempo insieme in cucina, ora che è più grande tra impegni scolastici, ed attività extra, il tempo per "spignattare" insieme è sempre troppo poco... ma quella volta che succede è quasi magia e questo mi rende molto felice.
Arrivate al momento di farcire il Tortano Elena ha voluto essere autonoma, ha tagliato formaggio, uova e salame, e mentre procedeva io rispondevo a domande in merito a cosa fosse la pietanza che stavamo preparando e dove si mangiasse tale prelibatezza, visto che nelle nostre tavole non era mai stata presente.

Sarò sincera, non ho abbondato con il pepe, purtroppo, non è da me molto gradita.



Ingredienti per la pasta:

500 g di farina forte;
250 g di acqua;
15 g di lievito di birra,
50 g di strutto;
sale e pepe.

Procedimento:

Mettete la farina, l'acqua e il lievito nella ciotola della planetaria e con il gancio iniziate a lavorare l'impasto, aggiungere poi il sale e per ultimo lo strutto. Impastare fino ad ottenere un composto ben amalgamato. Mettete a lievitare l'impasto fino al raddoppio (per me circa 12 ore).

Ingredienti per il ripieno:

200 g di formaggio misto (Asiago dolce, Provolone Val Padana e Piave);
200 g di soppressa vicentina;
2 uova sode;
sale e pepe.

Riprendete l'impasto e stendetelo ad uno spessore di un centimetro, se possibile ricavate un rettangolo dove andrete a disporre la soppressa, il formaggio misto e le uova sode. Arrotolate delicatamente l'impasto, il più stretto possibile.

Ora, ungete con lo strutto uno stampo con il buco centrale, adagiatelo e rimettete a lievitare nuovamente. (per me circa 8 ore) Accendete il forno a 160° e cuocetelo per i primi 10 minuti, poi a 180° fino a cottura.

Sfornate e servite tiepido.

Alla prossima, Marianna.

2 commenti:

  1. Grazie Marianna per il tuo prezioso contributo per questa giornata così speciale per me. Sono molto legata al Tortano e sono felice che tu abbia avuto la possibilità di prepararlo con tua figlia ... è proprio lo spirito giusto. Un bacione, Maria

    RispondiElimina
  2. E' bello lavorare in cucina con i propri figli, io ogni tanto ci provo con mio figlio ma 1) è maschio....il che è tutto dire...2) è un continuo: a mà, dove sta il sale; a mà, e questo che ci devo fare; a mà.... #mannaggiaame #chemièvenutoinmente

    RispondiElimina