24 luglio 2016

Seguendo le briciole




Oggi per il Calendario del Cibo Italiano AIFB si celebra la giornata del Biancomangiare, ambasciatrice Raffaella Fenoglio, lettege qui il suo post.

Il Biancomangiare è una preparazione dolce e delicata curiosamente tipica di due regioni italiane molto lontane tra loro: La Sicilia e la Valle d’Aosta. Deve il suo nome al fatto che nella composizione prevalgono ingredienti di colore bianco: latte o polvere di mandorle. In Valle d’Aosta il Biancomangiare prende il nome di Blanc Manger e si prepara in due versioni, la prima è fatta con latte di mandorla, la seconda, più elaborata, utilizza il latte di mucca.
In Sicilia il Biancomangiare è un piatto preparato con mandorle tritate, zucchero, amido, buccia di limone, cannella e messa a raffreddare in forme di terracotta. Generalmente viene servito su una foglia di limome, un piacere per gli occhi e il palato.

Le mandorle sono un'ottima fonte di grassi "buoni", poiché ben l'83% delle calorie di questo alimento provengono da questo nutriente e di questi, la maggior parte sono monoinsaturi, il che le rende benefiche per l'apparato cardiocircolatorio, anche se non apportano una quantità significativa di grassi essenziali, al contrario di altri tipi di frutta secca come le noci.
A conferma di ciò un recente studio ha dimostrato come un consumo abituale di questo alimento abbassi i livelli ematici di colesterolo e trigliceridi. Questo vale per chi non è sovrappeso, essendo quest'ultima una condizione molto più sfavorevole nei confronti dei fattori di rischio delle malattie cardiovascolari.Le mandorle sono anche un'ottima fonte di magnesio e vitamina E, e sono il tipo di frutta secca con il più elevato contenuto di fibre (12%). Come tutti gli alimenti prevalentemente lipidici, il loro consumo va controllato con attenzione valutando sempre le quantità che ci possiamo permettere.
I dolci fatti con la pasta di mandorle sono tipici della Sicilia, soprattutto della zona del catanese e dell'agrigentino, dove la produzione di questo frutto è molto ricca. Nell'isola si produce infatti oltre la metà delle mandorle del nostro paese.




Ingredienti per 8 persone
1 lt di latte di mandorla
100 gr di amido per dolci
120 gr di zucchero semolato
la punta di un cucchiaino di cannella
160 gr di pan di spagna al cioccolato (facoltativo)
18 tazzine di caffè amaro

Proceidmento
Sciogliere l'amido in poco latte di mandorla freddo; incorporate lo zucchero, e il latte rimasto e, mescolando bene, lasciar addensare la crema su fiamma bassa.
Versare la crema in stampini monoporzione, far raffreddare in frigo per almeno 4 ore.
Preparare il caffè e farlo stemperare.
Impiattare il dessert, spriciolare sul fondo di ogni piattino da dolce 20 gr di pan di spagna al cioccolato, adagiarci sopra il biancomangiare, innaffiare con il caffè.







7 commenti:

  1. Un'ottima versione.
    Buona giornata sul calendario anche a te e buona domenica.
    Tiziana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Tiziana.
      Ciao Alla prossima...Erica

      Elimina
  2. Giusto l'approfondimento sulle mandorle. Sono insostituibili, soprattutto nella cucina siciliana. Bellissima foto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, devo dire che non impazzivo per le mandorle ma ultimamente le ho riscoperte.
      Ciao grazie alla prossima.
      Erica

      Elimina
  3. Che goduria, da fare assolutamente si si Baci

    RispondiElimina
  4. Che goduria, da fare assolutamente si si Baci

    RispondiElimina