19 ottobre 2015

Crostata all'antica con mele e lamponi



Partiamo dal presupposto che in pochissimo tempo abbiamo piantato talmente tanti alberi da frutto che molto probabilmente tra qualche anno dovrò andare al mercato a vendere tutti i loro frutti... ma come ho già detto molte altre volte noi siamo sempre esagerati... anche in questo.
Con l'arrivo dell'autunno anche le mie prime mele erano pronte, non so dirvi di preciso la varietà, posso solamente dire che la polpa è ben soda e la buccia rossa, mi verrebbe da pensare ad una Stark... e proprio con queste ho deciso di fare una deliziosa crostata, che in brevissimo tempo è andata a ruba. In tutti i sensi... 
Preparo il dolce con Elena, decidiamo quale marmellata mettere e ricadiamo su quella di lamponi, procediamo, tutto perfetto, inforno il dolce... beh il profumo che aleggia in casa era semplicemente delizioso, non vedo l'ora di toglierla dal forno, attendere pochi istanti ed assaporarne una piccola fettina... piccola...
Nel frattempo preparo il set fotografico. Prendo le tavole, la tovaglia, i piatti, il cavalletto e tutto l'occorente, il sole autunnale acora tiepico nelle ore centrali ci aiuta con i suoi magici riflessi. 
Il prato verde inzia a cambiare aspetto, le foglie dell'acero Liquidambar iniziano a mutare il colore, giallo, arancione, rosse e quel piccolo tocco di verde; le foglie del fico, grandi e gialle, volteggiano nel prato fermandosi sulla rete quasi come ragnatele! ll sole non riesce a riscaldare abbastanza il prato che rimane ancora umido.. si come set fotografico mi piace, oggi le foto le facciamo fuori.
La torta è pronta, il tempo che si raffreddi ed ecco pronta la mia "modella".
La adagio sull'alzatina di vetro, faccio tutte le mie fotine... e da cretina decido che devo andare in casa un attimo, senza pensare che fuori in giardino c'è il mio dolce pastore tedesco Pepe, in agguato...
Poi... la mia deliziosa torta con le mie primissime mele, sbaffata in pochi attimi dal mio caneeee!!!
Giusto una fetta per dire che era superba... alla faccia di mia figlia che se la rideva come una pazza...





RICETTA per 1 torta di 22-24 cm

500 gr di farina 00;
375 gr di burro morbido;
180 gr di zucchero a velo;
3 tuorli;
la scorza grattugiata di un limone;
4 mele, sbucciate e tagliate a dadi;
2 o 3 cucchiai di marmellata di lamponi.

SVOLGIMENTO:

Impastate nella planetaria, utilizzando la K, lo zucchero, il burro, la scorza di limone, le uova e metà della farina, aggiungete la restante farina solo quando l'impasto inizierà ad essere omogeneo.
Formate il classico panetto, avvolgetelo nella pellicola trasparente e riponete la frolla in frigorifero almeno per un giorno prima di utilizzarla.

Stendete la frolla, almeno di 4-5 mm, tenendo da parte quella che vi servirà poi per la copertura e foderate una tortiera con fondo amovibile.

Riempite con le mele tagliate creando una piccola collinetta al centro della torta; sopra di essa distribuite i cucchiai di marmellata di lamponi.

Coprite con la restante frolla e cuocete in forno ad una temperatura di 170° C fino a colorazione.

Lasciate intiepidire e servite.



Ricetta tratta da "I dolci di casa mia" di M. Santin




Nessun commento:

Posta un commento