13 ottobre 2015

Fagiano ruspante all'uva dei colli euganei


Questa ricetta partecipa al Contest “Le Ricette del cuore”, indetto da Ricettario Tipico.

http://www.ricettariotipico.it/le-ricette-del-cuore-finalita-e-regolamento/


E' ritornato l'autunno e con lui si sono riaccesi i forni e le vecchie pentole di terracotta sono state rimesse sopra i fornelli, per chi è più fortunato sopra la stufa.
Mi ritengo fortunata per due motivi, il primo perchè ho una stufa a legna e il secondo perchè ho la mia spacciatrice di animali da cortile.
Come spesso succede nelle famiglie venete, si ha l'orto e il pollaio. Ebbene questa fragile signora che abita tra i colli euganei ogni anno mi chiama e mi dice...Erica tiro il coo ae gaine...che in italiano vuol dire che è arrivato il momento di tirare il collo a galline, polli, fagiani, anitre, ecc...
Le faccio la lista di quello che voglio e nel giorno stabilito vado a ritirare il tutto.
Durante tutto l'anno quindi posso avere a disposizione della carne che non solo è a km 0 ma che scorazzava per il cortile.
Mi vado a prendere intanto il fagiano e le chiedo se posso prendere qualche grappolo della sua meravigliosa uva, visto che lei fa anche il vino, purtroppo non ha più uva fragola che avrebbe donato alla carne un sapore dolciastro.
Detto fatto mi porto a casa tutto l'occorrente per preparare questo splendido arrosto.

Igredienti:
1 fagiano a pezzi
10-15 acini di uva mista nera e bianca
1 spicchio di aglio
1 costa di sedano
1 carota
1 cipolla
500 ml di brodo vegetale
mezzo bicchiere di vino bianco secco (io ho usato il suo vino)
sale e pepe
olio evo



Procedimento:
Pre prima cosa preparare il brodo vegetale, utilizzando mezza carota, mezza gamba di sedano, mezza cipolla.
Tagliare a dadini piccoli il resto delle verdure che saranno utilizzate per il soffritto.
In una teglia grande da arrosti, per chi ce l'ha di coccio, preparare il fondo di cottura aggiungendo un po' di olio di oliva.
Una volta che il soffritto è pronto aggiungere i pezzi di fagiano e lasciar rosolare bene da entrambi i lati, per questa operazione serviranno circa 15 minuti.
Quando il fagiano sarà bel rosolato, aggiungere il mezzo bicchiere di vino bianco e lasciar evaporare.
Ad evaporazione avvenuta aggiungere 3-4 mestoli di brodo e uno spicchio di aglio.

Lasciare che il brodo cominci a bollire, abbassare il fornello e procedere con la cottura per 1,5 ore circa, in base anche alla grandezza della carne.
Girar la carne di tanto in tanto.
Se serve aggiungere del brodo.
Regolare di sale e pepe.
Quando mancano 15 minuti circa alla fine della cottura aggiungere gli anici di uva.

Accendere il forno a 180°C disporre tutta la carne, il fondo di cottura e gli anici di uva in una pirofila  e passare in forno per 15-20 minuti per far rosolare bene la carne.

Servire ancora caldo accompagnato da una polentina bianca morbida.





1 commento:

  1. Fagiano, una delle mie carni preferite. Ha un gusto tutto particolare che inebria i sensi. Servito con l'uva fa molto piatto del rinascimento. Ottima abbinata. Buona giornata!
    Valentina

    http://coindecampagne.blogspot.it

    RispondiElimina