20 aprile 2015

Chocolate Chip Cookies

Nella mia libreria culinaria i libri dedicati alla cucina america non mancano di certo. I miei preziosissimi libri americani, quando ho voglia di qualcosa dai sapori decisi e super goloso sposto il mio sguardo su di loro ma sono sempre indecisa su quale ricetta ricreare.
Julia Child è stata una pioniera ed oggi Martha Stewart non è da meno.
Oggi ho deciso per dei chocolate chip cookies, dei saporitissimi biscotti ideali per la colazione o la merenda, con una mia piccolissima variazione, non utilizzo la farina Manitoba ma utilizzo la farina macina a pietra, la Petra 9 del Molino Quaglia, una farina che da un sapore più rustico a questi biscotti.



Ingredienti per 12-14 biscotti
200 gr di farina Petra 9 con tutto il grano
1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio
sale
100 gr di burro a temperatura ambiente
200 gr di zucchero
1 cucchiaio di melassa (in sostituzione un buon miele scuro)
1 uovo
200 gr di gocce di cioccolato (oppure cioccolato fondente tagliato a pezzettini)
130 gr di noci tritate

Preriscaldare il forno a 150°C. In una terrina setacciata la farina con il bicarbonato e una presa di sale, e mettere da parte.
In un'altra terrina lavorare il burro, lo zucchero e la melassa per circa 2 minuti, fino ad ottenere una crema soffice e spumosa.
Aggiungere l'uovo e mescolare.
Versare il composto con la farina all'interno della crema di burro e uova e incorporatelo con un cucchiaio di legno per amalgamare bene evitando però di lavorare l'impasto a lungo.
Versate le gocce di cioccolato e le noci tritate.
Con un cucchiaio da cucina formate delle palline da circa 4 cm di diametro e sistematele su una placca da forno rivestita di carta forno ad almeno 8 cm di distanza l'una dall'altra. Infornare per 18-20 minuti.
Se necessario procedete con più infornate.
Lasciate intiepidire i biscotti per qualche minuto sulla placca prima di trasferirli su una gratella a raffreddare.

Servite questi piscotti accompagnanti da un caffè di ottima qualità.
Ottimi come merenda per i piccoli, accompagnati da un bel bicchiere di spremuta d'arancio.




Nessun commento:

Posta un commento