25 aprile 2016

Miniquiches dal mare






Oggi per Il Calendario del Cibo Italiano AIFB inizia la settimana delle Torte Salate, ambasciatrice la mitica Alessandra Gennaro, leggete qui il suo post


Ok scatenate l'inferno !!!
Io adoro le torte salate, mi direte...lo dici per tutti i piatti...si è vero ma le torte salate sono state le prime preparazioni che ho fatto quando ho cominciato a cucinare.
Mi piacciono perchè sono molto tecniche e molto precise, ma anche ricche di fantasia visto la versatilità dei ripieni. Si adattano veramente a tutti i gusti.
Oggi la mia proposta è a metà tra il mare e la campagna, un po' come la zona in cui vivo (Este) a 40 minuti dal mare, a 40 minuti dalla montagna (non quella alta alta), ma in tutto e per tutto un paesello di campagna.

L'abbinamento di oggi è con la Palamita, pesce azzurro del tirreno, e gli agretti, erba spontanea che si trova in questo periodo lungo gli argini dei canali.
Per un approfondimento sulla Palamita vi consiglio di leggere il post che ho scritto.

Quindi via alle danze.

Ingredienti per 4 miniquiches
250 gr di farina
150 gr di burro a temperatura ambiente
1 uovo medio
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di latte (se necessario)
300 gr di palamita cruda
1,5 dl di panna di riso
un mazzeto di agretti
2 uova
la punta di un cucchiaino di curcuma
sale e pepe

Procedimento per la pasta
Per questa torta salata ho scelto come pasta una frolla salata, che è un impasto con uova.
Il burro dovrà essere a temperatura ambiente, quindi estrarlo dal frigo. Setacciare la farina con il sale sul piano di lavoro, fare una fontana, aggiungere il burro tagliato a dadini e l'uovo. Iniziare a lavorare con la punta delle dita, incorporando via via la farina, l'impasto cambierà di consistenza, siddividendosi in grosse briciole. A questo punto iniziate ad impastare con il palmo della mano. Non lavorare eccessivamente l'impasto. Dare la forma di una palla e riporre in frigo fino al momento dell'uso.
 
Procedimento per il ripieno
Pulire e sfilettare la palamita, ottenendo dei filetti completamente senza spini.
togliere la pelle e tagliare a tochetti.
Lavare e mondare gli agretti, spezzettarli grossolanamente.
Prendere una padella aggiungere 1 cucchiaio di olio evo, scaldarlo leggermente, aggiungere la palamita e e gli agretti e fate saltare il tutto per 2 minuto, regolando di sale e pepe.
In una ciotola sbattere le uove con la panna di riso e la curcuma.

Spendere la pasta tolta dal frigo e rivestire una teglia da 22 cm oppure delle miniporzioni.
Foderare le formine con la lasta, bucherellare il fondo con i rebbi di una forchetta, coprire il tutto con carta forno e passarla in freezer per 30 minuti.
Trascorso il tempo necessario, distribuire sul fondo fagioli secchi o pesi in ceramica, comprendo completamente il fondo.
Infornare a 180°C, in modalità statica, infornando per 15 minuti per una semicottura. Sfornare, togliere i pesi e la carta, abbassare la temperatura del forno di 10 o 20°C e proseguire la cottura per altri 5 minuti.
Sfornare e far raffreddare leggermente.
Riempire le formine con il composto di pesce e uova.
Infornare per altri 15-20 minuti fino a cottura.

Sfornare e far raffreddare leggermente.
Questa preparazioni si presta benissimo ad un aperitivo tra gli amici.



Adorando le torte salate, non potevo farmi scappare l'ultimo libro uscito di MTChallenge che parla proprio delle torte salate. La mia ricetta su questo libro non c'è ma aspetto impazientemente il prossimo per elaborare qualcosa di particolare.
Edito da Feltrinelli lo trovate in tutte le librerie e amazon.





15 commenti:

  1. E scateniamo l'inferno, si!- ma soprattutto per la palamita del ripieno di questa torta, che trova qui un'altra declinazione invitante per poter essere apprezzata e goduta come merita. Grandissima idea e bellissimo "anticipo d'estate"
    Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Alessandra, la palamita si presta veramente a un sacco di preparazioni...I tuoi complimenti per me valdono oro, grazie infinite. Alla prossima un abbraccio. Erica

      Elimina
  2. Tutto ciò che sa di mare per me è già fantastico... Bellissima torta.
    Felice settimana anche a te
    Tiziana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tiziana, anch'io la penso come te!! Grazie infinite e viva le torte salate !! Un abbraccio Erica

      Elimina
  3. Wow, io adoro il pesce nelle torte salate, lo prova la mia quiche coi piselli e triglia ;-)
    Sei una forza della natura, ops.. del mare! Bellissime.
    Un abbraccio, Lidia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lidia, il libro di MTChallenge è una fonte di ispirazione continua, la tua con le triglie è spettacolare. Con un po' di calma le rifaccio tutte...prevedo una pioggia di torte salate !!! Un abbraccio a presto.
      Erica

      Elimina
  4. Nel libro c'è davvero l'imbarazzo della scelta! Una ricetta più bella dell'altra, al tua proposta tra terra e mare è molto interessante! Complimenti veramente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cristina, concordo l'impressione per il libro, scatena la fantasia che è in noi. Alla prossima.
      Erica

      Elimina
  5. Ricetta fantastica e poi molto interessante l'utilizzo della panna di riso, bravissima.
    Un bacione e buona settimana delle torte salate. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Camilla, si ho volto diciamo alleggerire la preparazione, ne guaagnamo tutti in salute. Un abbraccio e buonissima settimana delle torte salate.
      Ciao Erica

      Elimina
  6. Che belle miniquiche cara Erica! Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Daniela, la palamita è veramente molto particolare.

      Elimina
  7. Ecco, io vorrei tanto provare la palamita in questa veste... E con gli agretti poi! Chissà che meraviglia un aperitivo con queste miniquiches e un bel bicchiere di bollicine!! :)
    Bravissima Erica, bell'idea davvero! Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao grazie per l'aperitivo è proprio l'ideale per l'aperitivo.
      Grazie mille alla prossima, un abbraccio. Erica

      Elimina
  8. Ecco, io vorrei tanto provare la palamita in questa veste... E con gli agretti poi! Chissà che meraviglia un aperitivo con queste miniquiches e un bel bicchiere di bollicine!! :)
    Bravissima Erica, bell'idea davvero! Un bacione

    RispondiElimina